Harrods

Tutto per tutti, ovunque.

“Tutto per tutti, ovunque (Omnia omnibus ubique)” è il motto di Harrods e la prima volta che ci sono entrata, all’inizio degli anni ’90, ci avevo veramente creduto. Ora che internet ci ha avvicinato al resto del mondo, questo particolare talento dei grandi magazzini Harrods non è più così impressionante ma questo luogo rimane in assoluto uno dei più visitati di Londra e non solo.

Quanto è grande Harrods?

Beh, tanto grande. Ci sono 300 reparti divisi su 7 piani, collegati da 146 ascensori. Confesso che un paio di volte ho fatto fatica a orientarmi. Ci sono inoltre 10 ingressi quindi, se vi mettete d’accordo coi vostri amici di ritrovarvi all’uscita, mi raccomando verificate bene di quale porta state parlando. “Dallo spillo all’elefante”: questo sostiene di poter vendere Harrods e in effetti, girando tra le due innumerevoli stanze, è esattamente la sensazione che si percepisce.

Il periodo dei saldi

Nei grandi magazzini Harrods troverete quasi sempre confusione, ma il numero di presenze registrate durante il periodo degli sconti è da capogiro. Si calcola che oltre 200.000 persone al giorno entrino nel negozio per approfittare di sconti che sono davvero importanti, fino al 75%. Se siete quindi appassionati di shopping puro, potreste pensare di prenotare il vostro viaggio subito dopo Natale, buttarvi nella mischia e provare a comprare l’occasione perfetta.

Il settore natalizio

Uno dei punti dove passiamo spesso è il reparto natalizio, aperto 12 mesi l’anno (anche se con dimensioni ridotte nei periodo più lontani dal Natale). Ogni anno compriamo una palla decorativa per l’albero di mamma Lena; le volte invece che ci va lei, trova sempre qualche oggetto sfizioso per decorare casa.

Il memoriale di Lady D e Dodi Al Fayed

I grandi magazzini Harrods furono acquistati da Mohamed Al-Fayed, padre di Dodi, che era compagno della principessa Diana scomparso con lei nel famigerato incidente automobilistico di Parigi. Proprio al pianterreno dei Grandi Magazzini Harrods si trova un memoriale per Lady Diana e Dodi Al-Fayed, visitato da molti turisti che possono lasciare una dedica sul libro ricordo messo a loro disposizione.

La food hall, paradiso dei gourmet

Non ci dimentichiamo che Harrods è un progetto nato da Charles Henry Harrod, un droghiere dell’Essex che aprì il suo negozio a Londra. Alla luce di questo, dobbiamo pensare che il reparto dedicato al cibo debba per forza essere magnifico. E in effetti è proprio così. Confesso che è la mia zona preferita: il modo in cui i formaggi, i vini o le carni sono ordinati ed esposti è delizioso, bellissimo da fotografare. Certo, ricordiamoci che parliamo di vendita “massiccia”, non ha certamente il fascino delle botteghe, però il colpo d’occhio è davvero impressionante.
Inoltre, se volete fermarvi a mangiare, ci sono tante opzioni di cucine diverse. Un solo appunto: preparatevi a spendere un po’ di più di quello che già vi aspettereste.

Negli ultimi tempi, tra l’altro, la Food Hall sta vivendo una sorta di “Taste Revolution”, uno scarto in avanti verso un mondo sempre più attento al cibo, alla sua provenienza e alla sua lavorazione.

La vendita online

Anche Harrods si è adeguato ovviamente e ha il suo e-commerce. Se lo volete visitare, il sito ufficiale è www.harrods.com
Sappiate solo che Harrods non serve per fare acquisti. Cioè, sì, entriamo e facciamo qualche compera però Harrods è bello da provare dal vivo.

Trasporti

METRO: Knightsbridge (Piccadilly)
BUS: lines 9, 10, 14, 19, 22, 52, 74, 137, 414, C1

Nelle vicinanze


Museo di Storia Naturale
Victoria & Albert Museum
Hyde Park

Orari

Lun - Sab: 10:00 - 20:00
Dom: 11:30 - 18:00

Prezzi

Gratis (ma non possiamo sapere quanto spenderete al suo interno)